scuola | formazione

“Ma mi faggi il piacere! Ghizzoni (PD) a Mazzucca (PDL) su quota 96”, di P.A. da La Tecnica della Scuola

“Un passo importante”, l’aveva definito il deputato Pdl, Giancarlo Mazzuca, il ‘sì’ della commissione Bilancio della Camera al suo subemendamento sugli esodati del personale scolastico recepito dal maxiemendamento alla legge di stabilità. E Ghizzoni (Pd): ma che dice?
“Avevo provveduto a presentare questo subemendamento per risolvere anche il grave problema degli esodati nella scuola. Accolgo quindi con grande soddisfazione il suo recepimento”. Ma il deputato Pdl non avrebbe capito bene neanche che tipo di emendamento abbia egli steso presentato, visto che non è stato affatto recepito. Né quindi si sarebbe reso conto che la scuola non ha esodati, semmai ha personale che è stato brutalmente buggerato da una legge, scritta dal ministro Fornero, sulle pensioni, che non si è accorta colpevolmente della specificità della scuola, della chiusura dell’anno, della continuità didattica.
Questo personale della scuola infatti ha solo chiesto di avere prorogato i benefici del pensionamento dal 31 dicembre 2011 al 31 agosto 2012 per la lapalissiana ragione che la scuola ha una sola finestra di uscita, quella di fine anno appunto, contrariamente al resto pubblico impiego che non ha vincoli didattici o di continuità educativa. L’emendamento quindi avrebbe dovuto riconoscere semplicemente un dato di fatto oggettivo.
E infatti a lui prontamente risponde Manuela Ghizzoni (Pd), presidente della Commissione Cultura della Camera, proprio nel merito dell’annuncio del deputato del PdL Giancarlo Mazzuca sul fantomatico quanto assurdo recepimento di un suo emendamento sul trattamento pensionistico del personale della scuola, dichiarato inammissibile da giorni.
“Di cosa parla l’on. Mazzuca? Purtroppo, sui lavoratori della scuola, la realtà è ben diversa da quella prospettata”.
“Questa mattina alle 5 la Commissione Bilancio ha respinto per l’aula anche il mio emendamento, a causa del parere contrario da parte del Governo, basato sulla valutazione negativa della Ragioneria dello Stato. Quest’ultima, peraltro, non si è espressa attraverso una relazione tecnica supportata da dati certificati dall’Inpdap e dal Miur. Un errore nato con la Riforma Fornero che – spiega Ghizzoni – non aveva tenuto in alcun conto la specificità della scuola e del fatto che quei lavoratori possono andare in pensione un solo giorno all’anno, il 1 settembre, indipendentemente dalla data di maturazione dei requisiti, per le giuste esigenze di funzionalità e di continuità didattica. Se l’emendamento fosse stato approvato – conclude la Presidente Ghizzoni – il Parlamento avrebbe, dopo molteplici tentativi, emendato un torto generato dall’Esecutivo nei confronti dei lavoratori della scuola (quelli appunto della “Quota 96”), che ora saranno costretti a ricorrere alla giustizia per vedere affermato un proprio diritto”.
E’ bene sospendere il giudizio ancora una volta su questa strana quanto assurda vicenda che interessa circa 3.500 dipendenti della scuola, ma che un deputato, seppure distratto e seppure preso da mille problemi politici, non si accorga della macroscopica differenza fra esodati e personale della Istruzione, che brutalmente e dall’oggi al domani è stato privato di un diritto, la dice lunga sulla perspicace che la politica ha dei problemi della gente e pure sull’idea del buon governo, tanto caro a Platone.
Che tipo di emendamento dunque abbia presentato l’on. Mazzuca è tutto da capire, visto che lui stesso ha qualche difficoltà a specificarlo.

22 Commenti

  1. Giuseppe B. Firenze dice

    Per Tutti
    Pagina 5 di “Pubblico” di Telese, la nostra Odissea.
    Per ora abbiamo visto solo i Proci, speriamo arrivi
    anche Odisseo.

  2. QUOTA 96 LE SARÀ SEMPRE SINCERAMENTE GRATA PER IL SUO ONESTO, GENEROSO,INSTANCABILE IMPEGNO VERSO LA NOSTRA CAUSA !!! Grazie di tutto.

  3. daniela 52 dice

    Abbia pazienza onorevole , sappiamo bene quanto si è spesa personalmente per la nostra causa. Qualcuno sta sclerando …..

  4. Enza 52 dice

    @ Sandro
    Solo qualche ora fa il nostro avvocato, Sabina Spadaro, ci ha comunicato di avere ricevuto la mail dal tribunale di Catania con la sentenza del giudice. Ci ha detto che doveva ancora leggerla e che ci avrebbe dato notizie possibilmente entro stasera.

  5. Se. Vi e possibile volevo avere notizie della sentenza ci catania prevista per il23102012 e ad occhio i tempi della corte costituzionale per la quota 96 quali saranno più o meno? Vi ringrazio Sandro pavon Venezia 28021952

  6. giuseppe dice

    Onorevole Ghizzoni,mi domando se il pd non riesce a risolvere il problema di 3500 persone ,come farà un domani ha reggere le sorti di milioni di italiani?

  7. Cara Ghizzoni impegnati un poco di piu invece di fare chiaccere insieme ai tui amati compagni e smettetela di prenderci in giro il ciucciotto lo abbiamo lasciato da tempo

    • @mario e anonimo, poichè siete la stessa persona, dato che il vostro IP coincide (molto coraggioso, nel celare la propria identità)
      sarebbe interessante per me sapere quando e a proposito di cosa avrei “raccontato balle”.
      Ha ragione: stare in commissione bilancio fino alle 5,15 del mattino dalle 21,30 della sera precedente è testimonianza di scarso impegno.

  8. giuseppe dice

    Il PD, presto si accorgerà dell’errone di averci scaricato.Nei prossimi mesi si deciderà chi dovrà governare l’Italia,i voti del personale della scuola non saranno certi decisivi, ma certamente importanti .Non ci dobbiamo dimenticare il caro ministro Berlinguer, che ha contribuito a farci perdere le elezioni con il fantomatico concorsone.

  9. giuseppe dice

    Il comitato quota 96 ha lanciato un raccolta fondi per comprare una pagina del Fatto Quotidiano per esporre tutta la tematica di quota 96:Chi volesse contribuire a questa iniziativa deve fare un bonifico di 10 euro al tesoriere maurizio Giovannetti codice IBAN IT90L0301503200000003439256.In cassa ci sono 2000 euro ne servono 5000.

  10. paolo ovvia classe 52 dice

    Siamo in attesa di conoscere l’esito della legittimità costituzionale sollevata da un Giudice circa il ricorso di un aderente a quota 96? Seguiremo anche questo, perche’ avrebbe efficacia erga omnes.

  11. paolo ovvia classe 52 dice

    Apprezzo considerevolmente l’impegno e la costanza dell’on.le Ghizzoni e Bastico,; ma dopo tutti i tentativi legittimi ed aderenti alla realtà scolastica, a molti sconosciuta, quali il deputato di cui sopra, visto l’ingiustizia perpetrata a danno della quota 96 (ormai possiamo personalizzarla), non sorge spontanea la domanda : chi appoggia il governo di questi Tecnici (Fornero e C.) i quali , sostituendosi alla politica, vantano la prerogativa di fare un lavoro che quest’ultima e’ stata incapace di fare? Mi dispiace, ma la risposta rischia di essere ……..GRRRRillo. Attenti signori. Attenty, tecnici e politici!!!!!!!!!Difendiamo lo Stato di diritto, conferendo ad esso autorità normativa , non annacquando la verità per ragioni opportunistiche, come quella che non vede l’anno scolastico finire il 31 agosto 2012.

  12. Sempre più delusi dalla politica,dai politici ecc.,rimane il fatto che noi siamo meno di niente e poco importa se a scuola ci lasceremo la salute,pertanto auguri a tutte le nonne-maestre,che la salute vi assista!

  13. giuseppe dice

    Ormai la situzione è chiara ,il pd non vuole risolvere il problema di quota 96.La senatrice Bastico e l’onorevole Ghizzoni possono benissimo smettere di illuderci.Sarà pure che per loro soddisfazione, vorrebbero risolverlo, ma la monenclatura del partito non lo permette.Arrivato a questo punto ci rimane solo la speranza della Corte Costituzionale,speriamo al più breve.

  14. antonia dice

    che amarezza!!!!
    e ora come si deve procedere?
    sono confusa e scoraggiata.
    on. ci dica quale sarà il nostro futuro.

  15. silvana52 dice

    Questa è proprio la Morale della Favola:” Siamo in Ottime mani!”
    Più Inconpetenti di così, non potevamo meritarceli!

  16. giuseppe dice

    Questo sarà il decimo commento che lascio su quota 96.Tutto quello che è stato fatto è una farsa,manca la volontà politica, non i soldi che sono pochissimi,difronte al continuo spreco di denaro pubblico.
    L’unione fa la forza impegniamoci da oggi a dare una risposta politica a tutti questi parassiti.

I commenti sono chiusi.