partito democratico

Comitati Franceschini a quota 1000

Il candidato alla segreteria ha inaugurato a Livorno il millesimo comitato spontaneo. Da oggi i comitati spontanei sorti per sostenere la candidatura di Dario Franceschini a segretario del Partito democratico hanno raggiunto quota 1000, mentre altre decine attendono di essere ufficialmente inseriti nella rete pro Dario. In poco più di un mese, prima ancora che Franceschini ufficializzasse la propria candidatura, in tutta Italia il sostegno per il candidato e’ infatti cresciuto a ritmo quotidiano e costante. Lo spiega l’Ufficio stampa del segretario del Pd. Essi sono uniformemente distribuiti lungo l’intera penisola, da Bolzano a Lampedusa. La provincia che ne ospita il numero maggiore e’ Salerno, con ben 138 comitati. Altro dato importante, i 45 comitati in provincia di Treviso. Fra le grandi città, spicca Roma con 62 comitati. Molto importante anche il sostegno a Dario Franceschini proveniente dall’estero, dove sono sorti 25 comitati. Fra le città straniere che ospitano comitati: New York, Boston, Philadelphia, Parigi, Melbourne, Monaco di Baviera e tante altre. I dati sulla collocazione geografica dei comitati sono disponibili sul sito www.dariofranceschini.it dove e’ consultabile una mappa dell’Italia sulla quale e’ registrata la presenza di ogni comitato. Essi possono essere costituiti direttamente online attraverso il sito. A questo proposito, sono già quasi un centinaio i comitati che devono ancora essere registrati ufficialmente sulla mappa e quindi il loro numero complessivo e’ in realta’ gia’ molto superiore ai mille. Il compito dei comitati e’ far crescere la rete intorno alla candidatura di Dario Franceschini, sia su internet che sul territorio. Essi affiancano i coordinatori regionali e provinciali della mozione Franceschini. Lavorano a stretto contatto con loro, sia nell’organizzazione dei congressi di circolo che nella promozione della candidatura di Dario Franceschini e di quella dei candidati segretari regionali che aderiscono alla sua mozione.

******

Semplicemente Democratici è una rete di sostenitori del PD promossa da Francesca Barracciu – Rita Borsellino
David Sassoli – Debora Serracchiani.
Coordinata in Emilia-Romagna da Simona Caselli e Salvatore Vassallo
Il 25 ottobre saremo al fianco di Dario Franceschini e Mariangela Bastico
Di fronte ad un paese mortificato dall’arroganza di Berlusconi
e dal populismo della Lega non è possibile stare a guardare
Il Partito democratico è il canale per partecipare
e lo strumento per proporre una credibile alternativa di governo. Noi scommettiamo su un partito aperto, radicato, capace di fare le riforme di cui l’Italia ha bisogno per tornare a crescere.
Un partito che discute, sa decidere e parla con concretezza
ai cittadini, fatto di donne e di uomini che considerano il rigore,
il lavoro costante e l’ascolto qualità indispensabili
per amministrare le comunità locali e governare il paese.
Noi guardiamo avanti e saremo presenti alle primarie del
25 ottobre con la lista Semplicemente democratici
insieme ad altri che ogni giorno sono impegnati nei circoli,
nei territori e nella vita quotidiana per rinnovare la politica e aiutare l’Italia a cambiare pagina.

per aderire o entrare in contatto
www.semplicementedemocratici.net
******

Franceschini vince primo congresso di circolo
Inizia la stagione dei congressi cittadini
Dal Twitter di Dario: “Primo circolo d’Italia che ha votato, Bagnolo Po: Franceschini 8, Bersani 3, Marino 0. Altri 500.000 voti ed è fatta!”

2 Commenti

  1. Andrea dice

    Ciao, sono Andrea, volevo segnalarti questo articolo e vorrei che il tuo sito desse vita ad una nuova categoria di notizie dal titolo “bizzarrie congressuali”

    La Festa dell’Unità di Alessandria sponsorizzata da una fabbrica di armi
    Riportiamo uno spezzone di intervista a Pierluigi Bersani che tenta di giustificare la sponsorizzazione della Oto Melara (Finmeccanica) alla Festa dell’Unità in cui interviene come oratore.

    Guardando il volantino di questa Festa dell’Unità abbiamo trovato la pubblicità di una ditta che produce armi. Crede che questo possa essere coerente con i valori di un partito come il PD?
    Essere pacifisti non significa mica essere disarmati. In Italia abbiamo anche fabbriche d’armi; alcune sono secolari. Non c’è nessuna polizia disarmata nel mondo. Nel nostro Paese ci sono anche tecnologie che sono al servizio di armamenti che devono servire alla sicurezza collettiva. Detto questo, io credo che la spinta verso le tecnologie possa essere maggiormente orientata nei settori civili. Io ho in testa che nei prossimi cinque – dieci anni dovremo buttare tutta la nostra innovazione sui temi dell’economia verde, che mi pare la vera nuova grande frontiera tecnologica.

    Quindi pensa che la pubblicità di un cannone, come in questo caso, possa avere un senso?
    Insomma, esiste un esercito, no? Non è che possiamo abolire l’esercito credo, purtroppo, per adesso.

  2. Stefano dice

    Dario Franceschini è la miglior figura di sintesi per un PD coraggioso che guarda al futuro e che tornerà a rialzare il nostro Paese.

I commenti sono chiusi.