pari opportunità | diritti

Il Pd alla Carfagna: “Perché l’Udi e i centri anti-violenza esclusi?”

Interrogazione delle deputate del PD: le associazioni non sono state invitate alla Conferenza di Roma sulla violenza contro le donne e nemmeno citate dalla Ministra

L’Unione donne in Italia, la DIRe – la rete delle 54 storiche associazioni che gestiscono le case di accoglienza per donne maltrattate – il Telefono Rosa e il Forum Donne Giuriste sono state escluse dalla Conferenza internazionale sulla violenza contro le donne che si è svolta nei giorni scorsi a Roma..

La denuncia arriva da alcune deputate del PD – tra le quali l’on. Manuela Ghizzoni, capogruppo Pd della commissione Istruzione e cultura della Camera – che sulla vicenda hanno presentato un’interrogazione al ministro per la Pari opportunità Mara Carfagna e al ministro degli Esteri Franco Frattini. “Le associazioni non sono state nemmeno citate nella relazione della ministra Carfagna, violando in questo modo le raccomandazioni della Convenzione per l’eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne”.

Nell’interrogazione si chiede “quali siano le reali motivazioni che hanno portato all’esclusione dalla «Conferenza internazionale sulla violenza contro le donne» delle associazioni sopracitate e se intende verificare se anche altre associazioni siano state coinvolte da questa esclusione”.

Si chiede inoltre quali iniziative intenda intraprendere il governo “affinché venga esplicitata pubblicamente la motivazione di tale esclusione dalla Conferenza, che avrebbe dovuto, al contrario, valorizzare l’esperienza di tutte le componenti associazionistiche e sociali impegnate da anni a difesa dell’universo femminile”.

La Conferenza internazionale sulla violenza contro le donne è stata promossa dal dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con il Ministero degli Esteri, nell’ambito della presidenza italiana del G8.

2 Commenti

  1. Commento destituito di fondamento.
    In molte, io stessa, abbiamo aderito alla proposta di legge 50e50.
    Ho partecipato attivamente alla Staffetta dell’UDI, che ha transitato per la mia provincia.
    L’udi fa parte della mia storia politica e personale.
    Un auspicio: che le donne imparino a fare rete.

I commenti sono chiusi.