partito democratico

Terromoto: L’Aquila da PD 8 mln di euro per il rilancio del polo elettronico

Oggi il presidente della Provincia dell’Aquila, Stefania Pezzopane, il sindaco Massimo Cialente e Giovanni Lolli incontreranno il capogruppo del Pd Dario Franceschini, che sara’ a L’Aquila per presentare l’iniziativa legata al recupero dell’ex polo elettronico. Otto milioni di euro saranno messi a disposizione dal Partito Democratico e consegnati al Comune e alla Provincia per il rilancio dell’ex polo elettronico, da trasformare in incubatore di piccole e medie imprese. Come gia’ annunciato, nei giorni scorsi nel corso di una conferenza stampa, gli otto milioni di euro provengono dalla cosiddetta ‘legge mancia’, prevista dalla legge finanziaria per le iniziative dei singoli parlamentari. Il Pd ha stabilito di rinunciare a questi fondi e di destinarli interamente a L’Aquila per il rilancio dell’ex polo elettronico. ”Un ottimo risultato e un impegno straordinario del Pd, che ha stabilito di destinare questi fondi al rilancio economico e sociale citta’ ferita”, ha commentato Pezzopane. “Il nostro obiettivo – ha aggiunto Pezzopane – e’ di restituire al territorio L’Aquila Sviluppo e di rafforzare la rinascita economica della citta’. Il sito dell’ex Italtel dovra’ diventare un incubatore di imprese, anche per dare forza alle tante energie che a L’Aquila esistono ancora e che devono essere messe in condizioni di poter ripartire con forza e con vigore”.
Adakronos 28.12.09

1 Commento

  1. La Redazione dice

    FRANCESCHINI IN ABRUZZO CON LE PROPOSTE DEL PD

    Roma, 28 dic. – Trasferta in Abruzzo, questa mattina, per Dario Franceschini. Il capogruggo del Pd ha visitato il sito industriale dell’ex Italtel a L’Aquila.

    Ad accompagnarlo il sindaco della citta’ Massimo Cialente, il presidente della provincia Stefania Pezzopane, l’onorevole Giovanni Lolli e il segretario cittadino del partito Michele Fina.

    Franceschini ha ricordato che ‘per scelta del Pd e’ stato destinato uno stanziamento di 8 milioni di euro per il rilancio dell’ex polo elettronico da trasformare in incubatore di piccole e medie imprese”.

    “Destiniamo questi fondi – ha sottolineato – per il rilancio economico e sociale della citta’. Il paese ha un compito enorme: non solo ricostruire le case, gli affetti e dare alle persone la dignita’ duramente ferita dal terremoto, ma anche quello di promuovere il rilancio economico e produttivo di queste zone”.
    “Il sito dell’ex Italtel – ha proseguito il capogruppo del Pd- potra’ diventare, grazie a questo importante stanziamento, un incubatore di imprese e catalizzare le energie ancora disperse per ripartire con piu’ slancio di prima”.

    Successivamente il presidente dei deputati Democrat ha fatto un sopralluogo nel centro storico dell’Aquila e ha poi pranzato con gli sfollati alla mensa della caserma della Guardia di Finanza di Coppito.

    Per Franceschini “e’ indispensabile che il governo, nel prossimo Cdm, mantenga gli impegni assunti di modificare la norma sbagliata contenuta nella legge Finanziaria, prorogando la sospensione del pagamento delle imposte sia per i lavoratori dipendenti sia per i lavoratori autonomi, equiparando ogni scelta alle disposizioni che hanno regolato il trattamento fiscale dei terremotati delle Marche e dell’Umbria”.

    Secondo il capogruppo del Pd alla Camera ‘basta parlare con le persone esercenti di attivita’ autonome e commerciali per capire che tutto si puo’ fare tranne che chiedere a chi non ha ne’ casa ne’ reddito di riprendere a pagare le tasse dal primo gennaio 2010′.

    “Vogliamo che i terremotati dell’Aquila abbiamo lo stesso trattamento fiscale che hanno avuto gli abitanti di altre zone colpite dal sisma, sia nella durata della sospensione che nella rateizzazione del rientro come avvenuto per il terremoto in Umbria e Marche”.

    Lo ha detto stamane il capogruppo del Pd alla Camera, Dario Franceschini, a margine della visita, nell’ex stabilimento Finmek per presentare l’iniziativa del Pd legata al suo recupero grazie al reperimento di 8 milioni di euro dal fondo della cosiddetta “legge mancia”.
    “Finita la fase immediata dell’emergenza – ha proseguito Franceschini – bisogna investire sul futuro, con aiuti concreti per far ripartire le parte produttive. Il recupero di quest’area industriale penso sia la traccia su cui lavorare sul futuro, ora attendiamo segnali importanti dal governo e dal Consiglio dei ministri”.
    E sul ruolo del Pd nella vicenda della ricostruzione post- terremoto, Franceschini ha detto: “Pur essendo all’opposizione abbiamo un atteggiamento costruttivo, non bisogna mai speculare sui disastri come questo”. “Abbiamo sempre offerto la disponibilta’ al dialogo – ha concluso Franceschini – senza mai rinunciare ad un dovere di controllo e quindi, siccome c’e’ stato su nostra segnalazione questo sulle norme fiscali sbagliate che ci sono in finanziaria, aspettiamo che il governo mantenga le promesse”.
    Da Area democratica

I commenti sono chiusi.