attualità, memoria

È scomparsa Alessandra Siragusa ex deputata pd

Se ne è andata ieri, a soli cinquant’anni, Alessandra Siragusa (nella foto Fotogramma ), uno dei volti più rispettati della politica siciliana e uno dei simboli della «primavera di Palermo». Cresciuta nel gruppo «Politica giovani» di Piersanti Mattarella, inizia l’attività politica nel consiglio di quartiere del capoluogo siciliano. In consiglio comunale nel 1990 per la Dc, pochi mesi più tardi abbandona il partito per aderire alle Rete di Leoluca Orlando, di cui sarà l’assessore all’Istruzione nel 1993 e in tutte le giunte successive. Molto nota fu l’iniziativa da lei inventata dell’«adozione» dei monumenti cittadini da parte delle scuole, con gli studenti a fare da guida ai luoghi significativi del loro quartiere. Successivamente si avvicina ai Democratici di sinistra e diviene l’animatrice regionale dell’associazione Emily, la scuola di formazione politica dedicata alle donne, lanciata, tra le altre, da Giovanna Melandri, Serena Dandini e Franca Chiaromonte. Nel 2004 si candida alle Europee ma le oltre 60 mila preferenze non sono sufficienti ad aprirle le porte di Bruxelles. Due anni più tardi, la lista di Rita Borsellino in cui si è candidata per le Regionali non supera lo sbarramento. Nel 2008 è invece eletta nelle liste del Partito democratico alla Camera. Mentre non supera le primarie di partito per la candidatura in vista delle politiche dello scorso febbraio. Il primo cordoglio è stato quello del premier Enrico Letta: «La ricordo con particolare affetto. La conoscevo da venticinque anni, costantemente impegnata per il rinnovamento. È stata sempre in prima fila nella lotta per la legalità e lo sviluppo della sua adorata Sicilia». Dario Franceschini, ministro per i Rapporti con il Parlamento, scrive che «con Alessandra Siragusa se ne va un’amica personale, piena di passione politica, di coraggio, di energia. Tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerla non la dimenticheranno». Mentre il capogruppo pd a Montecitorio, Roberto Speranza, osserva che «Alessandra sarà ricordata da tutti per il suo impegno coraggioso».

Il Corriere della Sera 29.12.13

1 Commento

  1. Antonino52 dice

    Mi sento angosciato dalla perdita della cara Alessandra Siragusa. Ricordo con chiarezza il generoso e bello impegno dell’allora giovane assessore alla scuola al comune di Palermo, promotrice della manifestazione “la scuola adotta un monumento”. Vi partecipai con entusiasMo, sia come architetto sia come insegnante, per quattro anni di seguito, con bellissimi ricordi di studi,disegni e plastici su chiese, piazze, palazzi, che giovani studenti illustravano ai cittadini di una città che, finalmente, respirava tra il dolore di atroci delitti e difficoltà economiche. Con lei Mi incontrai e dialogai periodicamente. L’ultimo ricordo risale a quando votai per lei in occasione delle primarie, tenutasi in prossiità delle ultime elezioni. Le scrissi per confortarla del non superamento, mi rispose che il suo impegno non sarebbe venuto meno. Sollecitata ad appoggiare la lotta di quota96, mi disse che aveva condiviso, fin dall’inizio, l’iniziativa dell’on. Ghizzoni. Non sarebbe potuto essere diversamente, per lei che avava amato tanto la scuola, come insegnante, come assessore e deputato. Mi deprime, in un momento cosi difficile per l’Italia e per Palermo, sapere di non poter contare su di lei, ma il suo impegno e la sua persona lasciano un segno incancellabile; vivrà sempre nel cuore, nobilitando la poltica che, in questi anni, ha potuto contare sulla purezza e l’impegno di poche persone. Grazie Alessandra.

I commenti sono chiusi.