Giorno: 11 Maggio 2009

“Precari, basta promesse”, di Flavia Amabile

Una lettera di chi lavora nelle università italiane senza un contratto a tempo indeterminato: la pazienza è finita. Il ministro Mariastella Gelmini ha annunciato che probabilmente tra pochi giorni sarà approvato il decreto legge di riforma dell’università. Lo si attende da mesi, i precari sanno già che non porterà nulla di buono per loro e l’Aprit, l’Associazione precari italiani, lo hanno scritto in questa lettera. «Nella totale indifferenza del Paese una generazione di ricercatori sta per essere buttata al macero, abbandonata al suo destino senza nessuna possibilità oltre la fuga all’estero. Il Ministro Gelmini annuncia infatti da ormai 6 mesi la mirabolante impresa di aver riformato i concorsi universitari e di aver “creato” 4000 nuovi posti per ricercatori, senza rendersi conto che nella realta’ i regolamenti NON sono stati modificati, e i 4000 posti annunciati non sono stati nemmeno messi a concorso. Il Ministero dell’Università e dell’Istruzione, ritarda da mesi l’elezione per le commissioni dei concorsi gia’ banditi, e i suoi tecnici stanno impiegando 6 mesi per emanare un decreto ministeriale (inizialmente previsto entro il …

Servizi ai cittadini, Emilia-Romagna prima nella sanità e per competitività

E’ la regione leader per quanto riguarda i servizi pubblici in campo sanitario. E anche per l’innovazione e l’efficienza della burocrazia. Lo dice la classifica stilata dal Forum sulla pubblica amministrazione e pubblicata dal Sole 24 ore L’Emilia-Romagna è la regione leader in Italia nella sanità e nella competitività (innovazione ed efficienza della burocrazia). E’ quello che emerge dalla ricerca del Forum della Pubblica amministrazione pubblicato dal Sole 24 ore che la colloca al secondo posto dopo il Trentino. La regione ben figura anche nelle altre categorie: è 2/a per welfare e istruzione, 4/a in ambiente e lavoro, 6/a per sicurezza. Nota dolente la giustizia che la colloca al 14/o posto: a pesare la lentezza dei processi civili. Dalla rilevazione, fatta dagli esperti del Forum sulla pubblica amministrazione, che si apre oggi a Roma, emerge un Paese spaccato in due sul piano delle prestazioni della pubblica amministrazione. A fare la parte del leone il Trentino Alto Adige che per i servizi forniti ai cittadini conquista un ideale bollino di qualità. Nessuna eccellenza, invece, va assegnata …

Elezioni europee: informati e decidi

Vuoi sapere come la pensano i candidati del PD alle europee sul testamento biologico? Sul nucleare? Sulla libertà d’informazione? Sul sito di Scelgo Democratico trovi i profili di tutti i candidati e le risposte di venti di loro a domande sui sequenti temi: Europa e Integrazione europea Diritti Civili Sicurezza sul lavoro, salario minimo, Welfare Ambiente, Trasporti ed energia Libertà d’informazione Il sito è nato per avvicinare la politica agli elettori. Oltre a poter conoscere i candidati, puoi anche aiutarci a sceglierne uno per circoscrizione, votando alle primarie/secondarie di scelgodemocratico. Faremo uno sforzo in più per aiutare i vincitori a farsi conoscere dagli elettori. Se vuoi votare ora, recati sulla homepage del nostro sito. Puoi anche girare questa email a tutti gli amici che conosci e che potrebbero essere interessati. Alle europee ci sono le preferenze. Dimostriamo di voler decidere! Il Comitato Elettorale di Scelgo Democratico [email protected]

“Tremonti Bond e ruolo dello stato nell’economia”, di Umberto Tombari

Cosa è un Tremonti-bond sotto un profilo giuridico? Quali diritti attribuisce o può attribuire allo Stato sottoscrittore? La risposta a tali domande appare evidentemente utile per comprendere meglio – al di là e a prescindere dalle dichiarazioni “pubbliche” – le effettive finalità di questo intervento legislativo, gli interessi che mira a realizzare e soprattutto il ruolo che lo Stato andrà ad assumere nel governo delle banche e nell’economia di questo paese. L’intervento dello Stato a sostegno del sistema bancario sembra ormai imminente. Già nel prossimo mese di maggio il Banco Popolare (per un ammontare di 1,45 miliardi di euro)e la Banca Popolare di Milano (per 500 milioni di euro) emetteranno i c.d. Tremonti bonds. Ad aver annunciato interesse e dato mandato ai vertici per la richiesta sono comunque tutte le principali banche italiane, a partire da Intesa Sanpaolo (4 miliardi), Unicredit (4 miliardi fra Italia e Austria) e Mps (1,9 miliardi). Ma cosa è un Tremonti-bond sotto un profilo giuridico? Quali diritti attribuisce o può attribuire allo Stato sottoscrittore? La risposta a tali domande appare …

“Tanti tituli, sero riforme”, di Tito Boeri

Il governo Berlusconi si è insediato da un anno. E’ dunque tempo di un primo bilancio di quanto fatto e non fatto. Proponiamo ai lettori una serie di schede che coprono tutte le aree che hanno una rilevante implicazione sull’andamento dell’ economia italiana. Hanno un denominatore comune: l’attivismo del governo, che ha permesso di conquistare spesso i titoli di apertura dei giornali. Ma le misure effettivamente varate si contano sulle dita di una mano. E nessuna di queste può definirsi una riforma. Anche di fronte alla crisi, si è scelta la linea dell’immobilismo. Parafrasando un famoso allenatore di calcio: “tanti tituli, sero riforme”. Il primo anno di attività di un governo dà l’impronta di una politica economica per l’intera legislatura. È il periodo in cui si possono fare le riforme più difficili, quando si è ancora lontani dal voto e si ha il tempo di ottenere risultati che potranno poi essere presentati agli elettori alla prossima scadenza elettorale. Per questo, come già fatto con precedenti esecutivi, abbiamo voluto richiamare attraverso una serie di schede quanto …

“Se la politica dei barbari cancella i diritti di tutti”, di Stefano Rodotà

Servono 10, 100, 1000 Rosa Parks all´incontrario per reagire alle proposte segregazioniste nella metropolitana milanese (Rosa Parks era la donna nera che, nel ´55 in Alabama, andò a sedersi nella parte di un autobus riservata ai bianchi, fu arrestata, ma il suo gesto avviò la fine della segregazione.Si può organizzare una pacifica marcia su Milano di cittadini italiani di pelle bianca e capello liscio che vadano a sedersi in metropolitana accanto agli immigrati, anzi cedano loro il posto? Si può chiedere al sindaco Moratti di usare i suoi colloqui su YouTube con Red Ronnie per una serie di convinti elogi degli immigrati brutti, sporchi e cattivi, e tuttavia indispensabili? Si può andare a Bergamo e esigere che si possa mendicare per più di un´ora? Si può andare nelle città che hanno inaugurato un protezionismo nazional-gastronomico (suppongo a difesa delle schifose pizze surgelate con pomodori cinesi e cascami di formaggio) e ordinare ad alta voce kebab, cibi aztechi e altri piatti etnici? Si può essere d´accordo con Vaticano e Onu nelle critiche alle politiche di “respingimento” …