attualità, comunicati stampa

Ghizzoni: “Linea Carpi – Modena, dal Governo nessuna soluzione”

La parlamentare del PD ha presentato un’interrogazione sulla linea Carpi – Modena:“ Trenitalia ritiene che i cittadini siano al suo servizio, dovrebbe essere il contrario”
E’ stata discussa questa mattina alla Camera un’interrogazione dell’on. Manuela Ghizzoni sul trasporto ferroviario e la linea Carpi-Modena.
La deputata del Partito Democratico, di fronte ai continui disservizi e disagi della linea e alla chiusura della biglietteria di Carpi nei giorni festivi, ha espresso ancora una volta la sua insoddisfazione per la posizione del Governo.
“Ci attendevamo risposte chiare e impegni precisi – afferma Manuela Ghizzoni – perché la situazione non è più tollerabile. E invece non possiamo che dirci insoddisfatti del merito e del metodo, poiché non si intravedono soluzioni per affrontare i disservizi e migliorare la qualità complessiva del servizio ferroviario sulla linea Carpi-Modena, nonostante le ripetute denunce degli utenti e delle amministrazioni locali – ha commentato la parlamentare del PD – né si coinvolgono gli enti locali prima di prendere decisioni sulla linea”.
“L’ennesimo colpo inferto alla linea locale è stata la chiusura della biglietteria nei giorni festivi e la negazione della possibilità di consentire l’acquisto dei biglietti direttamente sui treni senza maggiorazioni – ha spiegato Ghizzoni – Oltre al merito insoddisfacente della risposta, anche il metodo con cui Trenitalia tratta la linea Modena-Carpi è inaccettabile. Si chiude la biglietteria nei giorni festivi senza consultare o avvertire preventivamente gli enti locali, il Comitato utenti locali o il Crufer (Comitato regionale utenti ferrovie Emilia Romagna), ma limitandosi a mettere un cartello in stazione e un avviso in rete a pochi giorni dalla chiusura”.
“Come si evince dalla nota letta dal sottosegretario Giachino che ha risposto per il Governo – conclude Ghizzoni – Trenitalia ritiene che i cittadini di Carpi siano al suo servizio, mentre dovrebbe essere Trenitalia al servizio dei cittadini”.

QUI il testo dell’interrogazione

1 Commento

  1. La Redazione dice

    Trenitalia, chiusura domenicale della biglietteria di Carpi

    Monica Brunetti, consigliere provinciale PD: “Matteo Malaguti (PdL) non conosce i fatti”

    “Le ultime dichiarazioni del consigliere del PdL Matteo Malaguti, in merito alle responsabilità della Regione Emilia Romagna sulla chiusura della biglietteria di Carpi da parte di Trenitalia, si commentano da sole per incongruenza e opportunismo. Ma evidentemente all’esponente di centrodestra interessa di più scaricare le colpe sulla Giunta regionale, anziché entrare nel merito di una vicenda che poco conosce.

    “Questi sono i fatti: Trenitalia ha deciso, senza alcun confronto con Regione, Provincia, Comune e comitato degli utenti, la chiusura domenicale della biglietteria di Carpi a partire dallo scorso 14 marzo. A fronte di ciò, per il semplice buon senso, si potrebbe ovviare agli inevitabili disagi consentendo ai cittadini di poter fare il biglietto sul treno senza maggiorazioni o sanzioni. Il Governo, unico competente a decidere sul punto, ha risposto di no.

    “A questo punto viene da chiedersi: cosa c’entra la Regione? Sarebbe meglio, nell’interesse dei cittadini non solo carpigiani che usufruiscono della linea, che Malaguti, anziché scaricare responsabilità in base ad appartenenze politiche, iniziasse a fare proposte concrete in Consiglio provinciale. Il 4 marzo il gruppo consiliare del Pd in Provincia ha presentato un ordine del giorno per ovviare al disagio degli utenti a seguito della chiusura domenicale della biglietteria di Carpi: come voterà il consigliere Malaguti?

    “Si ricorda infine a Malaguti che proprio la Regione sta lavorando, di concerto con gli altri enti locali, per incentivare il miglioramento del servizio ferroviario locale, tanto che nell’ambito del rinnovo del contratto di servizio è stato deciso che Trenitalia debba provvedere alla sostituzione delle carrozze regionali entro i prossimi tre anni.”

I commenti sono chiusi.