comunicati stampa, cultura

Mozione di sfiducia a Bondi, la prima firma è modenese

E’ quella dell’on. Manuela Ghizzoni, capogruppo Pd in commissione Cultura. La mozione di sfiducia al ministro Bondi presentata alla Camera dal Partito democratico porta, come prima firma, quella di una parlamentare modenese, l’on. Manuela Ghizzoni, capogruppo Pd in commissione Istruzione e Cultura. L’iniziativa parlamentare fa seguito al crollo dell’Armeria dei Gladiatori di Pompei, “uno dei più gravi danni al nostro patrimonio artistico degli ultimi decenni – commenta la parlamentare modenese – giustamente definito dal Presidente della Repubblica una vergogna nazionale”.

A giudizio dell’on. Ghizzoni la cultura è stata considerata da questo governo “non come un fattore di crescita civile ed economica, ma come un costo per la collettività, da ridimensionare con progressivi tagli degli stanziamenti del bilancio statale e con iniziative volte a snaturare il valore e la finalità del nostro patrimonio culturale”.

La mozione di sfiducia presentata alla Camera dal Pd imputa al ministro Bondi di aver “privilegiato la sua attività di coordinatore nazionale del Partito del Popolo delle Libertà, piuttosto che i difficili compiti di direzione strategica e amministrativa del patrimonio artistico nazionale”. Per questo motivo e per le sue oggettive responsabilità nel crollo dell’Armeria dei Gladiatori i democratici ne chiedono le dimissioni immediate.

Per leggere la mozione di sfiducia clicca qui

1 Commento

  1. Carla maffini dice

    Meno terre dei Sapori, meno terre traverse meno terre d’argine e più’ fondi ai beni culturali

I commenti sono chiusi.